Carrello

    Una nuova cima davanti agli occhi

    20,00

    Quantità
    Categoria:

    La mia domanda è ingenua ma spontanea: “Dottore, potrò tornare a fare quello che facevo prima? Mi stavo preparando per una spedizione in Pakistan”… E lui, con la schiettezza che forse impone il suo ruolo, azzera in un attimo le mie illusioni: ”la frattura è brutta, l’intervento sarà difficile… lei deve essere contento se tornerà a camminare come prima”.
    Lo stesso giorno, in un sussulto di sensibilità, aggiungono a Michela: “suo marito sarà destinato a soffrire”…
    Buio.

    Non è la prestazione l’unico obiettivo, non inseguo primati né ho pretese di raggiungere terre incontaminate.
    Sono le emozioni individuali, uniche, che esploro salendo lentamente verso l’alto.
    In un ambiente severo, spesso ostile, dove fatica e disagio mettono a dura prova le proprie sicurezze e le relazioni umane.
    Ma è proprio nell’alta quota, quando i pensieri si fanno confusi, e ogni passo e ogni singolo gesto costano indescrivibile fatica, che emerge la vera natura di ciascuno di noi e, immersi nell’essenzialità e nella purezza, si creano indissolubili legami.

    Nicola Bonaiti, classe 1968, vive la montagna dell’alta quota come motivo di confronto con la sua sensibilità e la voglia di misurarsi. Dalle prime esperienze in Ecuador e Alaska, passa a salire gli 8000 hilalayani e, malgrado un grave incidente subito nel periodo del Covid, riesce a raggiungere le cime di Cho Oyu, Lhotse e Nanga Parbat.

    Un libro intenso e allo stesso tempo ironico, privo dell’eroismo tipico del mondo dell’alta quota.


    • Editore: Idea Montagna
    • Collana: Narrativa
    • Argomento: Libro
    • Pagine: 384
    • Pubblicato il: 2024
    • ISBN: 979-12-80483-74-4
    Nicola Bonaiti

    Nato nel 1968, vive a Teolo, nel cuore dei Colli Euganei, con Michela, moglie e amica di viaggio, le figlie adorate Alice, Anita e Bianca e i cani, inseparabili compagni di una vita.
    Vegetariano e amante della natura, ha “respirato” la montagna fin da bambino con i racconti e le immagini delle numerose spedizioni extraeuropee del papà Alfredo, forte alpinista padovano degli anni ‘80.
    Da ragazzo ha giocato a rugby, ed è sempre rimasto legato a questo gioco di squadra basato su collaborazione, fiducia, lealtà, rispetto. Valori fondamentali anche per una buona cordata in montagna. Successivamente si è avvicinato al mondo dell’arrampicata e poi allo scialpinismo. In quegli anni ha sperimentato una buona sintonia con l’altezza che lo ha portato a spingersi gradualmente sempre più lontano fino ad assaporare l’aria dell’alta quota. Ne è rimasto affascinato e non l’ha più abbandonata.
    Nicola non è un alpinista di professione, ha una vita “normale” divisa tra la famiglia e il lavoro. Nei ritagli di tempo, spesso in orari improbabili, si allena con costanza e da solo, guidato e ispirato dai suoi sogni.
    I film di Nicola, nati per portare a casa le sue emozioni, sono i racconti onesti, reali e profondi di un uomo che ha provato a scalare, senza scorciatoie, le più alte montagne della terra.

    Recensioni

    Ancora non ci sono recensioni.

    Recensisci per primo “Una nuova cima davanti agli occhi”

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *