Carrello

    Annuario Accademico n. 106/2005

    6,00

    Quantità
    Categoria:
    • Editore: Idea Montagna
    • Collana: Accademico
    • Argomento: Senza Categoria
    • Pagine: 240
    • Pubblicato il: 2017
    • ISBN: 978-88-85468-09-2
    Club Alpino Accademico Italiano

    Il Club alpino accademico italiano (Caai, www.clubalpinoaccademico.it) nasce nel 1904 con lo scopo di riunire i soci Cai che hanno acquisito meriti speciali nell’alpinismo senza guide. È una sezione nazionale del Club alpino italiano. Aperto a tutti i soci maggiorenni che hanno svolto attività alpinistica di particolare rilievo per almeno cinque anni, anche non consecutivi, e agli alpinisti residenti all’estero anche non iscritti al Cai, il Caai ha come scopo principale promuovere l’alpinismo a elevato livello di difficoltà su tutte le catene montuose del mondo. Costituiscono titoli aggiuntivi di merito, a integrazione di quelli solamente alpinistici, le attività a carattere esplorativo, a carattere culturale e organizzativo, le attività inerenti la montagna e l’alpinismo, e le attività svolte in seno al Cai. Sono invece incompatibili con l’ammissione l’attività professionistica, come quella della guida alpina, e la pratica dell’alpinismo come fonte prevalente di reddito. I soci sono divisi in tre Gruppi: Gruppo occidentale, Gruppo centrale, Gruppo orientale. A sua volta, ciascun Gruppo può dividersi in sottogruppi. Ogni Gruppo è retto da un Comitato di presidenza composto dal presidente e da due vice-presidenti. Essi, unitamente ad un proboviro e ad un revisore dei conti, sono eletti dall’assemblea di Gruppo a maggioranza dei votanti. Il Presidente generale convoca e presiede le riunioni del Consiglio generale e ha facoltà di intervenire alle riunioni del Consiglio centrale del Cai. Attualmente i Soci del Caai sono circa trecento. Il Caai è anche impegnato nella conservazione e nel ripristino dell’ambiente naturale montano.

    Da: www.cai.it

    Recensioni

    Ancora non ci sono recensioni.

    Recensisci per primo “Annuario Accademico n. 106/2005”

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *